La regione Veneto ha stanziato 345.000 euro di fondi pubblici per “contribuire” alla vacanza del suo “Augusto ospite”, il Papa, per chi non sapesse. Soldi che verrano utilizzati per riparare i sentieri e curare la foresta intorno al luogo in cui Benedetto XVI potrą riposarsi oltre che per alloggiare la sua scorta e per scarrozzarlo qua e lą in auto o in elicottero per far fronte ai molti e prestigiosi impegni che si troverą ad affrontare.

Anche io andre volentieri in vacanza da qualche parte. Viaggio senza scorta e al posto dell’elicottero mi accontento di una mountain bike e di un biglietto del treno, che fanno meno rumore, inquinano meno e mi sembrano pił adatti alla montagna (anche se accetto anche mare, isole, laghi e persino le langhe!).

Se qualche regione italiana, o anche estera fosse interessata puo tranquillamente lasciare qui sotto il proprio contatto e la propria offerta, mi accontento di poco. Da parte loro sarebbe un investimento sul futuro in quanto ci sarą un ottimo ritorno mediatico a costo quasi nullo non appena mi saro fatto una posizione e inoltre, durante la durata della mia vacanza, procedero a incontrare la popolazione, ed eventualmente a discorrere con loro degli argomenti di cui posso essere esperto. propongo in particolare tre argomenti tipicamente estivi e degni di nota:

  1. Perché č meglio leggere Proust che Moccia sotto l’ombrellone
  2. Come affrontare l’emigrazione da un paese ostinato a vivere tra il ridicolo e il folklore (cit.)
  3. la semiotica salva la vita?

Attendo con ansia le vostre generose offerte, comunicando che il periodo migliore per me sarebbe quello compreso tra il primo e il 15 agosto.

One thought on “Chi mi paga una vacanza?”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.