L’ultimo mio post Ŕ stato pubblicato anche su Liberoblog. Divertenti i commenti italiani, come sempre. Una ridda senza fine di persone di destra che dicono fossero comunisti quelli che lanciavano i sassi, e gi¨ contro Prodi. Una ridda senza fine di persone di sinistra che dicono fossero fascisti quelli che lanciavano i sassi, e gi¨ contro Berlusconi.Ieri sul tardi la polizia francese ha espresso la sua opinione, riporatat in televisione dallo stesso ministro dell’interno Sarkozy. Vediamo chi erano, secondo i diretti interessati, coloro che hanno dato fuoco alle polveri nel quartiere latino giovedý dal tardo pomeriggio.

Il tutto Ŕ cominciato pare con militanti di estrema sinistra (lo slogan “Police national, milice du capital” diciamo pu˛ aiutare nell’identificazione!). Tra questi sono stati riconosciuti dei disobbedienti italiani e tedeschi in gita turistica parigina. Personalmente riporto una comunicazione che mi Ŕ stata fatta e che sostanzialmente diceva “Non andate troppo avanti che ci sono quelli di Casarini e potrebbero esserci dei casini”. Inoltre la polizia rende nota la presenza (perlomeno in cella) di esponenti della CNT, un sindacato anarchico francese.

Gli scontri del tardo pomeriggio e della sera sarebbero invece merito di giovani dell’estrema destra, giunti dietro lo slogan “Gauchistes, libÚrez nos facs” e subito simpaticamente andati a picchiare altri manifestanti restati sino ad allora pacifici. E’ per questo che la polizia Ŕ dovuta intervenire e gli scontri sono ricominciati. Assieme a loro identificati e qualche volta anche fermati, alcuni supporter radicali del PSG, sempre pronti come da noi a giungere appena c’Ŕ da menar le mani.

Salvati per una volta i giovani dell banlieue; la polizia sostiene come non fossero troppo numerosi e non abbiano fatto danni eccessivi.

Ora, siccome la violenza pare proprio bipartisan in questi giorni qui a Parigi, spero che questo post possa perlomeno servire a portare un po’ di intelligenza, di umiltÓ e di onestÓ intellettuale anche a casa nostra. Capisco sia un periodo molto teso con le elezioni alle porte, ma davvero, Ŕ insostenibile il clima da ultima spiaggia che i nostri militanti politici usano in ogni loro commento. Soprattutto qui sul web dove possono parlare quanto vogliono.

Solo per dovere di cronaca e per quel “leggero” fastidio che mi provoca l’essere italiano e il vedere queste scene essere la normalitÓ di casa proprio mentre mi trovo a seguire una vicenda forzatamente (mi han chiuso l’universitÓ!) per quanto posso anche neutralmente.

Oggi nuova manifestazione dalle 14.00, sindacati e studenti insieme. Saremo lý a seguire quello che succede.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.